Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

Lo zainetto in sella, meglio evitare

Immagine
Lo zainetto in sella, meglio evitare. 


Spessissimo, quando si esce per una passeggiata, o un escursione a cavallo, si vedono persone che portano lo zainetto.

È bene evitare di montare a cavallo con lo zainetto, ed ecco perché:
 Lo zainetto, quando grandicello e pesante, può urtare sulla groppa del cavallo, dandogli fastidio. Rimbalza sulla spalle e sulla schiena del cavaliere, causando dolori a spalle, collo e schiena. Causa mal di schiena e dolore alle spalle e collo al cavaliere, di conseguenza darà fastidio al cavallo poiché è istintivo cambiare postura e muoversi per avere sollievo. Ciò non va bene sia per il cavaliere che per il cavallo. Il baricentro del cavaliere è troppo in alto, in equitazione invece deve essere in basso per una maggiore stabilità. Influenza negativamente la postura ed aumenta il rischio di cadute da cavallo. Influenza negativamente la postura del cavaliere, questo tende ad ingobbirsi in avanti, o a pendere eccessivamente all’indietro, facendo eccessiva pre…

Limite di peso

Immagine
Limite di peso  Questo è un argomento importante, anche se non facilissimo da affrontare, quindi innanzitutto ci tengo a chiarire un paio di cose.

Essere pesante o leggero in sella non dipende esclusivamente dal peso indicato dalla bilancia, ma è una questione di assetto, di equilibrio, di come il cavaliere posiziona il proprio peso su se stesso e sul cavallo, e di come si lavora assieme al cavallo. Un cavaliere tecnicamente capace, quindi che ha anche un buon assetto, è indubbiamente molto più leggero di un cavaliere che non ha buon equilibrio, non ha buon assetto, e ciò indipendentemente dal peso indicato dalla bilancia.

Inoltre, per conformazione fisica, c'è chi è grosso e pesante, ma assolutamente in forma. 
Non dimentichiamo che come per i cavalli, anche per gli umani esistono le varie conformazioni fisiche, la massa grassa e la massa magra. 
Essere in forma quindi, come vale anche per i cavalli, significa avere l'equilibrio tra massa grassa e massa magra, ed avere un IMC o …

L’hackamore

Immagine
L’hackamore 

L’hackamore è una non imboccatura, ma non per questo è uno strumento delicato e adatto a tutti i cavalli e tutti i cavalcanti. Tra le non imboccature è la più incisiva, quindi va usata solo da chi ha già una buona mano. Assolutamente inadatta per i principianti.

L’hackamore agisce sul naso, sul mento, dietro la nuca ed inevitabilmente sono coinvolti anche i nervi della faccia e della nuca.
Tirando le redini, grazie alle aste, il barbozzale preme e la nasiera avvolge intensamente il naso, i montanti vanno in tensione e il sovracapo fa pressione dietro la nuca.


Più lunghe sono le aste dell’hackamore, maggiore è l’azione che imprime nel momento in cui si agisce.

Ovviamente, se è indossato ma non c’è alcuna azione, l’effetto è inesistente. Lo strumento funziona solo in con l’azione di mano da parte del cavaliere. Indossato e basta è assolutamente inerte.

L’hackamore è un validissimo strumento da adoperare quei cavalli che non tollerano l’imboccatura, per trauma, per sensibil…

Puoi contattarmi qui

Nome

Email *

Messaggio *

Chi sono

Sono Lisiana Patalano, appassionata di cavalli fin da bambina. Ho fatto della mia più grande passione un lavoro.

Mi occupo del benessere del cavallo, da campagna.

Ho indirizzato i miei studi e la mia pratica verso l’equitazione da campagna non a scopo agonistico. I cavalli da escursionismo, da trekking, i cavalli da equiturismo, ma anche il cavallo di famiglia per le passeggiate del fine settimana, ed i cavalli tutto fare del maneggio.

Categoria di cavalli dalle esigenze, per il benessere fisico e mentale, sottovalutata, eppure, cavalli soggetti a problematiche specifiche per il tenore di vita e di attività svolte.

In rete condivido le mie conoscenze, esperienze ed osservazioni riguardo la gestione ed il benessere del cavallo, e mi auguro che ciò posso tornare utile.

Come attività pratica lavoro in un piccolo maneggio di campagna, e come free-lance, mi occupo appunto del benessere dei cavalli di coloro che chiedono il mio aiuto.

Per il cavallo

Ginnastica, accompagnata da massaggio e stretching, mirata per ottenere e mantenere il fisico in ottime condizioni, così da poter svolgere al meglio il loro lavoro.

Doverosa la preparazione atletica per svolgere al meglio l’attività desiderata.

Ma queste attenzioni non sono solo per il cavallo in attività, ma anche per il cavallo ormai in pensione. Il benessere fisco contribuisce a mantenere rigoglioso il benessere mentale.

Anche l’addestramento per il cavallo da campagna è differente. Un addestramento come primo approccio all’attività futura, non sostituisce la dimestichezza che si matura con chilometri ed esperienze vissute, ma partire con un cavallo che ha una buona conoscenza di base, è fondamentale per costruire un lodevole cavallo da campagna. Inoltre, un cavallo ben preparato, fisicamente e mentalmente, è in una condizione, fisica e mentale, migliore, rispetto al cavallo che va, senza un percorso iniziale.

Per il binomio

Siccome il lavoro in campagna, il più delle volte, è un lavoro di squadra, il binomio, cavallo e cavaliere, deve conoscere e migliorare. Il mio non è solo un lavoro da fare sul cavallo e col cavallo, ma diventa un lavoro anche col binomio. Cavallo e cavaliere devono conoscere e trovare un giusto equilibrio, che sia incline al benessere fisico e psicologico del cavallo, del cavaliere e della sicurezza per entrambi.

Non nego la possibilità di costruire il cavaliere. Nozioni di base per l’equitazione da campagna, e come prendersi cura del cavallo.

Contatto

e-mail: Lisiana.Patalano@gmail.com

Il Cavallo – Benessere & Bellezza