Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2017

Il capezzino

Immagine
Il capezzino


Il capezzino è un elemento removibile, utile ma non essenziale, che compone la testiera.

Il capezzino serve a non far aprire eccessivamente la bocca al cavallo, in modo da fargli avere un maggiore contatto con l’imboccatura. Il capezzino si rivela un buon auto con quei cavalli che, per motivi di sensibilità o di vezzo, tendono a spalancare la bocca e sottrarsi all’azione della mano (parlo di una mano ben educata, con la dovuta sensibilità e tecnica), o che tendono a passare la lingua sopra l’imboccatura. Il capezzino non impedisce tale azione, ma spesso si rivela un buon aiuto, poiché il cavallo non può spalancare la bocca come fa quando è senza. Al capezzino si può applicare il chiudibocca, altro elemento removibile.
Esistono diversi modelli di capezzino, ma il più diffuso è sicuramente il modello semplice.

Come si indossa?
Il capezzino si applica alla capezza, passa sopra la nuca, e deve essere posizionato circa due dita sotto gli zigomi, in modo da agire sui musc…

Da cavallo si sa, si cade

Immagine
Da cavallo si sa, si cade

Alzi la mano chi almeno una volta è caduto da cavallo! Sicuramente in molti, ed il 99,99% di chi monta a cavallo regolarmente almeno una volta è caduto da cavallo. È un evento inevitabile, tanto semplice, eppure talvolta anche molto traumatico.
La caduta da cavallo non è altro che una perdita di equilibrio, un evento governato dalla legge fisica sull’equilibrio meccanico, quindi nulla di “paranormale”, e nulla di molto diverso da una caduta dalla bicicletta, o dai pattini, dalle scale… è molto semplice perdere l’equilibrio, e la forza di gravità ci aiuta a finire al suolo.

La caduta da cavallo molto spesso, specialmente dai cavalcanti occasionali e da chi è alle prime armi, è vissuta come un evento molto brutto, anche se molto spesso c’è solo un gran spavento, ma nulla di rotto. Eppure da cavallo si cade, quindi è bene accettare la situazione, e soprattutto non stare con l’ansia di una possibile caduta.
Anche camminando normalmente a piedi si può cadere,…

Puoi contattarmi qui

Nome

Email *

Messaggio *

Chi sono

Sono Lisiana Patalano, appassionata di cavalli fin da bambina. Ho fatto della mia più grande passione un lavoro.

Mi occupo del benessere del cavallo, da campagna.

Ho indirizzato i miei studi e la mia pratica verso l’equitazione da campagna non a scopo agonistico. I cavalli da escursionismo, da trekking, i cavalli da equiturismo, ma anche il cavallo di famiglia per le passeggiate del fine settimana, ed i cavalli tutto fare del maneggio.

Categoria di cavalli dalle esigenze, per il benessere fisico e mentale, sottovalutata, eppure, cavalli soggetti a problematiche specifiche per il tenore di vita e di attività svolte.

In rete condivido le mie conoscenze, esperienze ed osservazioni riguardo la gestione ed il benessere del cavallo, e mi auguro che ciò posso tornare utile.

Come attività pratica lavoro in un piccolo maneggio di campagna, e come free-lance, mi occupo appunto del benessere dei cavalli di coloro che chiedono il mio aiuto.

Per il cavallo

Ginnastica, accompagnata da massaggio e stretching, mirata per ottenere e mantenere il fisico in ottime condizioni, così da poter svolgere al meglio il loro lavoro.

Doverosa la preparazione atletica per svolgere al meglio l’attività desiderata.

Ma queste attenzioni non sono solo per il cavallo in attività, ma anche per il cavallo ormai in pensione. Il benessere fisco contribuisce a mantenere rigoglioso il benessere mentale.

Anche l’addestramento per il cavallo da campagna è differente. Un addestramento come primo approccio all’attività futura, non sostituisce la dimestichezza che si matura con chilometri ed esperienze vissute, ma partire con un cavallo che ha una buona conoscenza di base, è fondamentale per costruire un lodevole cavallo da campagna. Inoltre, un cavallo ben preparato, fisicamente e mentalmente, è in una condizione, fisica e mentale, migliore, rispetto al cavallo che va, senza un percorso iniziale.

Per il binomio

Siccome il lavoro in campagna, il più delle volte, è un lavoro di squadra, il binomio, cavallo e cavaliere, deve conoscere e migliorare. Il mio non è solo un lavoro da fare sul cavallo e col cavallo, ma diventa un lavoro anche col binomio. Cavallo e cavaliere devono conoscere e trovare un giusto equilibrio, che sia incline al benessere fisico e psicologico del cavallo, del cavaliere e della sicurezza per entrambi.

Non nego la possibilità di costruire il cavaliere. Nozioni di base per l’equitazione da campagna, e come prendersi cura del cavallo.

Contatto

e-mail: Lisiana.Patalano@gmail.com

Il Cavallo – Benessere & Bellezza