Problema del fettone: putrefazione del fettone e cancro del fettone


Putrefazione del fettone



È un un’irritazione del fettone che tende ad ulcerarsi. Il fettone diventa molle e sfibrato con conseguente cattivo odore di marciume, si nota subito la presenza di pus grigio giallastro specialmente se in stato già avanzato. Il problema avanza molto rapidamente quindi è bene intervenire subito.

Questa condizione causa dolore o fastidio al cavallo, dipendentemente dalla sua sensibilità, che può presentare zoppia più o meno evidente, sensibilità e dolore persistente o a momenti.

Le cause sono dovute a cattive condizioni igieniche e cattiva gestione degli zoccoli: scarsa igiene dello zoccolo scarsa igiene delle lettiere con conseguente permanenza in feci ed urine, permanenza in paddock fangoso o box eccessivamente umido e bagnato, mancata pulizia del fettone al momento della ferratura, ferratura/pareggio irregolari.
Il problema è curabile.

Ma prevenire è meglio che curare; la prevenzione consiste nel tenere gli zoccoli puliti ed asciutti, la lettiera sempre pulita, e ferrare/pareggiare periodicamente gli zoccoli in modo corretto, quindi affidarsi ad un maniscalco o pareggiatore bravo è essenziale. Un aiuto è impermeabilizzare lo zoccolo con il grasso, mettendolo anche su suola fettone e glomi, specialmente se paddock o box sono umidi.


Se non è curato si aggrava diventando cancro del fettone, infezione cronica del fettone.


Cancro del fettone, papillomatosi

Si chiama cancro del fettone, è un infezione ben radicata, che colpisce principalmente il fettone, ma può estendersi anche ai glomi. 


Avanza rapidamente, e da grave infezione diventa papillomatosi. Sulla zona del fettone crescono delle escrescenze purulente e delle ulcere maleodoranti, e se non trattato doverosamente e in tempo si estende, dal fettone, ai glomi e alla suola. Si tratta di un problema cronico col quale convivere.

Il dolore porta il cavallo ad essere zoppo. Se non curata crea molti danni sia allo zoccolo che alla salute del cavallo, poiché si tratta sempre di un infezione, e la zoppia porta il cavallo ad assumere atteggiamenti compensatori, che causano rigidità muscolari e squilibri posturali. 


La principale causa è lo stazionamento nella fanghiglia, l'umido e la sporcizia. Paddock eccessivamente fangosi e sporchi, box molto umidi e sporchi, favoriscono lo sviluppo di questo problema. 

Cosa è consigliato fare: 

  • Pulire SEMPRE gli zoccoli.
  • Indispensabile un box asciutto e ben drenato con lettiera asciutta, quindi evitare assolutamente zoccoli nell’umido ed a bagno nell’urina e tra le feci.
  • Paddock asciutto.
  • Passare il grasso anche sotto lo zoccolo in modo da renderlo il più possibile impermeabile, il grasso va messo a zoccolo pulito ed asciutto.
  • Accertarsi che il maniscalco o pareggiatore pulisca a dovere il fettone eliminando il tessuto danneggiato, ma al contempo che rispetta il fettone. Tagliarlo troppo se è in ordine non è necessario.

Il problema dunque può essere tenuto sotto controllo, addirittura risolto con le dovute cure.






Testo protetto da Copyright ©

Il presente testo è proprietà di Lisiana Patalano
Qualsiasi duplicazione senza consenso dei testi contenuti in Il Cavallo – Benessere & Bellezza di Lisiana Patalano è illegale e punibile con la legge

I post più letti

Limite di peso

Gasterophilus

Gonfiore degli arti

Puoi contattarmi qui

Nome

Email *

Messaggio *