Eterocromia e Mosaicismo degli occhi

Eterocromi e Mosaicismo 

degli occhi 







Eterocromia 

L'eterocromia è quando un soggetto presenta gli occhi di colore differente. Un occhio è chiaro e l'altro occhio è scuro. Può essere sia nero che marrone (quello scuro) e azzurro o verde (quello chiaro).

La pigmentazione dell’iride dipende dalla concentrazione di melanina. Più è scuro l’occhio, maggiore è la quantità di melanina, più è chiaro, minore è la quantità di melanina che pigmenta l’iride.

L’eterocromia è dovuta ad una diversa concentrazione di melanina nei due occhi, ecco perché un occhio è chiaro e l’altro è scuro.
È una condizione ereditaria ed è ben distinguibile fin dalla nascita.


L'eterocromia ereditaria non ha alcuna influenza sulla qualità della vista, e se col tempo si presentano problemi agli occhi, ciò non è dovuto affatto all’eterocromia, ma è un problema differente, non legato al quantitativo di melanina presente nell’iride.

Se invece si manifesta nel tempo, e quindi non dalla nascita, è dovuto a problemi patologici o traumi che hanno colpito l’occhio soggetto al cambio improvviso ed anomalo del colore.

Qualsiasi mantello può presentare un cavallo con eterocromia.



eterocromia del cavallo



L’eterocromia non riguarda solo gli equini, qualsiasi mammifero può presentare questa condizione, per motivi genetici o per cause patologiche o traumatiche.







Mosaicismo




Il mosaicismo è una condizione simile all’eterocromia. 
Se però nell’eterocromia uno stesso soggetto presenta duo occhi di due colori diversi, quando c’è il mosaicismo il soggetto presenta un solo occhio di due colori differenti.


L’iride non è monocromatico, ma bicromatico. Non si tratta delle comuni sfumature e pagliuzze, ma di una zona, più o meno estesa, di colore diverso. Su un occhio chiaro si presenta una zona scura, e viceversa. La zona di colore differente è ben delineata, e non sfumata. 

Il mosaicismo è più comune dell'eterocromia, anche se talvolta meno evidente, poiché spesso il colore diverso è solo una piccola macchia. Questa particolarità ovviamente va indicata e sul documento di riconoscimento del cavallo, così come l'eterocromia.


Ciò accade poiché nello stesso occhio le singole cellule, responsabili del colore dell’iride, producono una quantità differente di melanina. Maggiore quando generano colori scuri, minore quantità di melanina quando generano colori chiari.

È una condizione genetica. Il mosaicismo si presenta fin dalla nascita. È trasmesso geneticamente, tutti gli equini di qualsiasi mantello possono presentare il mosaicismo Non influenza la qualità della vista. 




Se questa condizione si presenta tempo dopo la nascita è bene consultare un veterinario poiché le alterazioni dell’iride sono un campanello d’allarme, possono essere la conseguenza di un trauma o la manifestazione di patologie.



Tutti i mammiferi possono esibire il mosaicismo.


 






Testo protetto da Copyright ©
Il presente testo è proprietà di Lisiana Patalano
Qualsiasi duplicazione senza consenso dei testi contenuti in Il Cavallo – Benessere & Bellezza di Lisiana Patalano è illegale e punibile con la legge

I post più letti

Limite di peso

Gasterophilus

Gonfiore degli arti

Puoi contattarmi qui

Nome

Email *

Messaggio *