Bocca aperta, quando mano e imboccatura non sono la causa


Bocca aperta, quando mano e imboccatura non sono la causa


È capitato a tutti di vedere cavalli che, con l’imboccatura, aprissero la bocca non in uno sbadiglio, ma come a volersene liberare a tutti i costi. Molte volte la causa di ciò viene attribuita a l’imboccatura stessa o alla mano del cavaliere ma, nonostante se ne vedano di ogni in giro e di cavalieri con mano assolutamente sapiente ce ne sono ben pochi nel concreto, il cavallo apre la bocca durante il lavoro anche per cause estranee all’azione dell’imboccatura e della mano.
Quando un cavallo compie spesso tale movimento anche con cavalieri più abili o con l’imboccatura senza azione di mano, la causa del problema bisogna andarla a cercare altrove.

I motivi possono essere davvero moltissimi, qui un breve elenco delle situazioni più frequenti.

Riguardo l’imboccatura


  • Imboccatura della misura sbagliata. L’imboccatura deve calzare comoda all’interno della bocca del cavallo, per lunghezza e spessore dei cannoni. Un’imboccatura troppo grande o una troppo piccola, sia per lunghezza che per spessore può risultare davvero molto fastidiosa.
  • Scelta sbagliata dell’imboccatura in base alla sensibilità dal singolo soggetto. Ogni cavallo ha la propria sensibilità, ed ogni modello di imboccatura è differente non solo nel momento dell’azione, ma anche a livello sensoriale tattile del cavallo. Alcune imboccature, data la loro forma, possono risultare più fastidiose di altre per certi cavalli anche solo mettendole in bocca. Anche la scelta del materiale può essere fonte di non gradimento da parte del cavallo.
  • Imboccatura sporca o rovinata. Lo sporco vecchio ed incrostato tende a rendere l’imboccatura ruvida o addirittura pungente, la superficie di un’imboccatura rovinata diventa disomogenea, tutto ciò può dare noia al cavallo tanto da portare a volersene liberare. Curare l’igiene dell’imboccatura e sostituirla quando rovinata è indispensabile.
  • Imboccatura lavata con prodotti che lasciano odori o anche sapori sgradevoli. Spesso per curare l’igiene si utilizzano detergenti che possono lasciare tracce su l’imboccatura, al cavallo ciò può dare molto fastidio. Quando si utilizzano detergenti è indispensabile sciacquare molto accuratamente l’imboccatura. Salvo la necessità di disinfettare, per pulire l’imboccatura, è sufficiente dell’acqua e magari una spazzola e sciacquarla con cura dopo ogni utilizzo prima di posarla. Sciacquare l’imboccatura prima di metterla al cavallo elimina eventuale polvere o residui.
  • Imboccatura troppo calda o troppo fredda. Ciò può risultare fastidioso ed il cavallo a primo impatto potrebbe provare a liberarsi dell’imboccatura, o magari fare storie per indossarla.
  • Imboccatura indossata malamente. I montanti vanno regolati affinché l’imboccatura poggi comodamente all’interno della bocca del cavallo. Montanti troppo corti tirano eccessivamente le commessure labiali del cavallo causando fastidio e dolore, oltre a posizionare l’imboccatura troppo in alto nella bocca, in modo fastidioso anche per la lingua ed il palato. I montanti troppo lunghi invece fanno muovere eccessivamente l’imboccatura all’interno della bocca del cavallo e ciò peggiora con l’azione di mano, l’imboccatura troppo lenta inoltre può urtare sui denti dando molto fastidio. Anche i montanti regolati con lunghezze differenti posizionano l’imboccatura in una posizione scomoda e fastidiosa.


Riguardo il cavallo 


  • Problemi dentali e gengivale di piccola entità o allo stadio iniziale i quali possono passare inosservati quando il cavallo mangia e beve poiché la sua attenzione non è  focalizzata in tutto e per tutto sul problema, ma risaltano quando il cavallo indossa l’imboccatura, c’è azione di mano o viene toccata la bocca poiché il cavallo è maggiormente focalizzato sul problema.
  • Piccole lesioni all’interno della bocca. Una spina o un forasacco nel fieno possono pungere l’interno della bocca, o conficcarsi nei tessuti molli ed il cavallo ne è infastidito. Anche se il cavallo riesce a liberarsene da solo occorre sempre qualche giorno per permettere alla ferita di rimarginarsi del tutto.
  • Infiammazione della struttura muscolare, tendinea, nervosa della struttura interna ed esterna della bocca o direttamente collegata ad essa. Infiammazione articolare.
  • Traumi fisici recenti come ad esempio un dente estratto o rotto, o un calcio da parte di un altro cavallo. Il problema potrebbe aver bisogno di ancora qualche giorno prima di passare del tutto.


Dal punto di vista psicologico


  • Il cavallo reagisce per memoria e si vuol sottrarre all’imboccatura poiché in passato ha subito qualcosa di spiacevole che ancora lo turba, il trauma passato può essere fisico, anche se del tutto guarito, o psicologico.
  • Il cavallo ha imparato ad escogitare vari metodi, tra cui far storie con l’imboccatura, per sottrarsi al lavoro, vuoi per vezzo o per cattivo addestramento.
  • Il cavallo non è stato ben preparato a lavorare con l’imboccatura, manca di familiarità con l’oggetto e di preparazione al lavoro con esso.



Quando un cavallo si sottrae a l’imboccatura cercare di risolvere il problema con chiudi bocca o prese più severe è assolutamente controproducente, opportuno invece vagliare in modo attento tutte le possibili cause e trovare rimedio, che sia dallo scegliere l’imboccatura più adatta, risolvere un problema o rieducare o addestrare il cavallo a l’imboccatura.
Risposta e risoluzione dei problemi non risiedono mai nella faciloneria accusatoria. 


Testo protetto da Copyright ©
Il presente testo è proprietà di Lisiana Patalano
Qualsiasi duplicazione senza consenso dei testi contenuti in Il Cavallo – Benessere & Bellezza di Lisiana Patalano è illegale e punibile con la legge