Alzone

Alzone

 


Le fiaccature e gli alzoni sono due problemi differenti, non necessariamente connessi, anche se in alcuni casi la fiaccature segue l'alzone. Si presentano nelle zone in cui poggiano i finimenti.

ALZONE


L’alzone è un edema, si verifica a seguito di un importante pressione, prolungata nel tempo (qualche ora) che altera il normale flusso sanguigno e linfatico nella zona interessata. Il rilascio immediato di questa pressione, fa affluire rapidamente i liquidi e si forma l'edema. La zona che era sottoposta a questa pressione si trova improvvisamente riempita da una quantità eccessiva di liquido che non drena ma ristagna.
Si presenta come una bolla dura sottocutanea piena di liquido, più o meno grande dipendentemente dalla zona interessata. L'alzone si risolve ristabilendo la pressione e facendo drenare il liquido. Una volta che la protuberanza è sparita, l’alzone è risolto. Bisogna ricomprimere appena l'alzone emerge per ristabilire la circolazione, evitando così di farlo ingrandire, se viene ignorato, c’è il rischio che all'alzone possa seguire una fiaccatura. 
L'alzone, quando minimo, va via subito, se invece importante, intervenendo, drenerà scomparendo in qualche giorno. 

Le zone più soggette ad alzoni sono la zona del sottopancia e del garrese.

CAUSE

  • Eccessiva ed anomala pressione prolungata nel tempo in una determinata zona ed improvviso rilascio di essa.
  • Dissellaggio troppo rapido dopo diverse ore di lavoro in sella.
  • Dissellaggio troppo rapido di un cavallo rimasto affardellato per diverse ore.
  • Sottopancia troppo stretto allentato troppo rapidamente.
  • Distribuzione errata del peso sul cavallo per troppo tempo.
  • tutto ciò che causa una pressione importante e questa viene rilasciata troppo rapidamente


SOLUZIONI


  • Ristabilire la pressione, quindi ristringere il sottopancia ed allentarlo poco alla volta aspettando qualche minuti dall’allentare un buco all’altro, questo se il cavallo è ancora vestito.
  • Fare pressione sulla zona colpita dal rigonfiamento e rilasciare poco alla volta, ripetere più di una volta ed alternare ad un massaggio drenante locale fino a completo riassorbimento. 
  • Se la bolla scoppia si procede come per la guarigione di qualsiasi ferita, riposo, saponate e disinfettare fino a completa guarigione.

PREVENZIONE


  • Dissellare LENTAMENTE specialmente dopo aver trascorso diverse ore in sella, ed il cavallo è affardellato.
  • Scegliere finimenti idonei, in modo da non creare punti di pressione anomali.
  • Distribuire correttamente il peso sul cavallo, che sia del cavaliere o di un qualsiasi affardellamento.


COSA NON FARE

Ignorare il problema e le cause.



Testo protetto da Copyright ©
Il presente testo è proprietà di Lisiana Patalano
Qualsiasi duplicazione senza consenso dei testi contenuti in Il Cavallo – Benessere & Bellezza di Lisiana Patalano è illegale e punibile con la legge

I post più letti

Limite di peso

Gasterophilus

Gonfiore degli arti

Puoi contattarmi qui

Nome

Email *

Messaggio *