L’hackamore

L’hackamore 



L’hackamore è una non imboccatura, ma non per questo è uno strumento delicato e adatto a tutti i cavalli e tutti i cavalcanti. Tra le non imboccature è la più incisiva, quindi va usata solo da chi ha già una buona mano. Assolutamente inadatta per i principianti.

L’hackamore agisce sul naso, sul mento, dietro la nuca ed inevitabilmente sono coinvolti anche i nervi della faccia e della nuca.
Tirando le redini, grazie alle aste, il barbozzale preme e la nasiera avvolge intensamente il naso, i montanti vanno in tensione e il sovracapo fa pressione dietro la nuca.



Più lunghe sono le aste dell’hackamore, maggiore è l’azione che imprime nel momento in cui si agisce.

Ovviamente, se è indossato ma non c’è alcuna azione, l’effetto è inesistente. Lo strumento funziona solo in con l’azione di mano da parte del cavaliere. Indossato e basta è assolutamente inerte.

L’hackamore è un validissimo strumento da adoperare quei cavalli che non tollerano l’imboccatura, per trauma, per sensibilità o per i tanti motivi che si possono presentare; e anche per quelli che non rispondono alle altre non imboccature, e questo per i più svariati motivi, come la comunicazione con il cavaliere, l’addestramento, la sensibilità, ecc..

Anche se in linee generali la pressione sul naso è ben tollerata da tutti i cavalli, ci possono essere cavalli che invece ne sono particolarmente sensibili e non la tollerano di buon grado, quindi meglio evitare l’uso di questo strumento.

Da evitare assolutamente su cavalli con il setto nasale danneggiato, o se hanno subito un trauma. Nel secondo caso attendere la guarigione e verificare successivamente la situazione prima di utilizzarlo oppure no.

Come si posiziona?

L’hackamore deve stare sulla parte di osso e cartilagini nasali, ma non in punta dove è praticamente più morbido, ma più sopra, ovvero a circa una mano dalle narici, dove tastando è più rigido. Se messo in punta c’è il rischio di danneggiare la struttura cartilaginea, se invece è messo troppo indietro il suo è effetto e molto limitato, se non proprio nullo. 


Tenendo conto della posizione di riferimento, si regolerà in base alla testa del cavallo e alla sua sensibilità.
Talvolta un hackamore posizionato leggermente più in basso serve per un’azione più incisiva con minore sforzo, spesso con quei cavalli che tendono ad essere meno ricettivi, poiché poggia su una zona più sensibile, variazione di pochi millimetri, ma fa la differenza. Naturalmente questo lo fa chi è in grado di dosare la mano, lavorare di assetto e conosce il cavallo, poiché avendo le competenze e le capacità necessarie non arreca danno. Si tratta dunque di situazioni soggettive, che non vanno emulate quando bisogna regolare in maniera standard un hackamore.
Da sapere che solo ed esclusivamente gli hackamore morbidi e flessibili, quindi quelli in cuoio, possono essere posizionati in modo un po’ personale. Quelli in metallo non vanno assolutamente, e per nessun motivo, adiacenti all’area cartilaginea del setto nasale, anzi quelli vanno necessariamente posizionati dove è solo osso.



Più morbido e più rigido

Esistono tanti modelli di hackamore. Alcuni sono in cuoio o finto cuoio rivestiti con un materiale soffice come l’agnello, vero o sintetico. Quelli in cuoio sono morbidi. Ci sono anche in plastica, che sono di durezza media, e quelli in metallo che, anche se rivestiti, comunque sono più duri poiché, a differenza del cuoio e della plastica morbida che si deforma, il metallo è indeformabile.

Anche il barbozzale cambia, può essere in cuoio o finto cuoio, o una catenella in metallo.

Le aste sono di varie lunghezze a seconda del modello. Ovviamente più lunghe sono le aste più intensa l’azione dello strumento con un’azione di mano. 




Nota per il lettore:
Se hai una pessima mano che ti porta ad andare in conflitto col cavallo che indossa l’imboccatura, non usare assolutamente l’hackamore!
Cerca piuttosto di correggere la tua mano, di migliorare l’assetto e di utilizzare di più gli aiuti gambe e postura piuttosto che le mani. 


Testo protetto da Copyright ©
Il presente testo è proprietà di Lisiana Patalano
Qualsiasi duplicazione senza consenso dei testi contenuti in Il Cavallo – Benessere & Bellezza di Lisiana Patalano è illegale e punibile con la legge

I post più letti

Limite di peso

Gasterophilus

Gonfiore degli arti

Puoi contattarmi qui

Nome

Email *

Messaggio *