Post

Visualizzazione dei post da 2014

I sensi del Cavallo – La Vista

Immagine
I sensi del Cavallo – La Vista Come la grande maggioranza degli esseri viventi, anche il cavallo fa un enorme affidamento sulla vista, e spesso ciò che vede è più importante di ciò che gli viene detto dall’odore e dal suono emesso da una determinata cosa. La vista è dunque un senso indispensabile per la sopravvivenza, e nel momento in cui questa capacità viene a mancare o è fortemente compromessa, il cavallo subisce un handicap non indifferente. Gli occhi sono una zona molto esposta e che può contrarre facilmente traumi, per via del posizionamento ed anche per via delle dimensioni.
Il cavallo vede in un modo completamente differente rispetto a noi umani. Non bisogna scordare che il cavallo è una preda, e quindi la sua vista è sviluppata per poter tenere meglio sotto controllo l’ambiente che lo circonda e poter individuare immediatamente i pericoli; per questo un cavallo aguzza sempre la vista quando vede movimenti sospetti, o sente odori e rumori che non lo convincono, e scatta per…

I sensi del Cavallo – L’udito

Immagine
I sensi del Cavallo – L’udito

L’udito nel cavallo è un senso ben sviluppato ed è indispensabile per la vita sociale nel branco, e nel caso dei cavalli bradi o selvatici, addirittura vitale.

L’acuto udito permette al cavallo di captare suoni provenienti da una distanza media di 4,400 km in uno spazio aperto, anche se, maggiore è la distanza dalla quale proviene il suono, minore è la precisione nell’individuare la posizione della fonte del suono.

Le onde sonore che percepisce il cavallo sono molto simile a quelle percepite da una persona adulta con un ottimo udito. Il cavallo è in grado di percepire suoni di frequenza più alta rispetto a noi umani, però di contro il suo udito non eccelle con i suoni di frequenza più bassa.

In supporto e semi sostituzione all’udito per percepire le basse frequenze, entrano in gioco le vibrisse, che captano le vibrazioni del suono. Queste vibrazioni vengono anche captate con gli zoccoli. Le vibrazioni prodotte dai suoni di così bassa frequenza da non esse…

I sensi del Cavallo – Il Gusto

Immagine
I sensi del CavalloIl Gusto 
Il senso del gusto e dell’olfatto nel cavallo sono collegati. Quando il cavallo sente l’odore di un alimento riesce anche a percepirne il gusto se questi sono già conosciuti o meno, e quindi scegliere se mangiarlo o no, anche se su certi alimenti lo scegliere di mangiare oppure no può tanto essere oggettivo perché si tratta di un alimento nocivo, tanto può essere soggettivo, poiché in quel momento il cavallo non sente il bisogno di mangiare quel determinato alimento, o magari non lo conosce, o semplicemente non gli piace.

Anche i cavalli hanno preferenze in fatto di gusti.

Le papille gustative nel cavallo sono concentrate sulla lingua, ma disparse anche per tutta la bocca. I recettori sensoriali del cavallo sono sviluppati in modo da fargli riconoscere se un cibo è dannoso o meno, se è fresco o stantio, il contenuto di calorie, quali sostanze contiene ed in che percentuale, come il contenuto e la quantità di lipidi, di sali minerali, fibre, ecc..
Grazie…

I sensi del Cavallo - L'Olfatto

Immagine
I sensi del cavallol'olfatto

Il senso dell’olfatto nel cavallo è molto sviluppato. Il cavallo percepisce molti più odori rispetto a noi esseri umani, percepisce odori deboli ed anche distanti nello spazio. 
La superficie olfattiva del cavallo è molto estesa e ricca di recettori.
 Grazie all’olfatto il cavallo riceve tantissime informazioni riguardanti tutto ciò che lo circonda, l'olfatto è essenziale per avere informazioni sul cibo, sui suoi simili, sulla presenza o meno di estranei o pericoli, e così via.


La mucosa del cavallo è ricoperta da sottili e corti peli, quasi invisibili e setosi al tatto, ben diversi dalle vibrisse presenti sul muso e decisamente più vistose. I peli hanno la funzione di limitare l’entrata di polvere e batteri, oltre da fungere come “appigli” per le molecole odorose.
La mucosa è anche ricoperte da un muco trasparente, protettivo e lubrificante, che la mantiene umida, ed aiuta a mantenere il naso pulito.
Non è raro vedere un cavallo sbuffare, così …

I sensi del Cavallo - Il Tatto

Immagine
I sensi del CavalloIl Tatto
Il senso del tatto nel cavallo è estremamente fine esteso e sviluppato.
Le vibrisse sono un sofisticato organo tattile nel cavallo. Una zona particolarmente sensibile è il muso, infatti una maggiore sensibilità al tatto c’è proprio sul muso e nella bocca, ma anche tutta la pelle del cavallo è molto sensibile e ricca di recettori tattili. Un cavallo, anche se è molto grande, riesce a sentire distintamente una mosca che si poggia su di lui, qualcosa che lo sfiora, ed anche i movimenti d’aria.
Il senso del tatto nel cavallo è anche ben sviluppato nel fettone, il quale consente al cavallo di toccare e percepire il suolo su cui si sposta.
Questa sensibilità tattile gli consente di salvaguardare se stesso e di spostarsi agevolmente.
Il senso tattile del cavallo è anche uno strumento per la socializzazione tra i vari membri del branco.
Quando i cavalli tra di loro si toccano con il muso, si leccano e si danno dei cortesi morsetti, stanno praticando…

I sensi del Cavallo - Le Vibrisse

Immagine